Le bottiglie di plastica per acqua sono sicure?




 
 

Conoscete il significato dei simboli impressi sulla plastica per alimenti e destinata all’uso umano?

Su ciascun tipo di plastica è impresso un triangolo formato da tre frecce curve che riporta un numero al centro e una dicitura in basso.

simbolo plastica pet
 

· Al triangolo con il numero 1 è associata la sigla PET: si tratta delle bottigliette monouso che, se doveste riutilizzare più volte, potrebbero rilasciare dei metalli pesanti in grado di influenzare l’equilibrio ormonale.

· Al numero 2 la sigla HDPE/PE-HD: si tratta del vuoto che può essere reso; non rilascia agenti chimici. Si può rilevare che è il materiale riciclato più sicuro e quello di uso comune.

· Al numero 3 la sigla PVC o V: si tratta di imballaggi per gli alimenti e dei giocattoli per i bambini. Questo tipo di plastica, flessibile e morbida, può rilasciare sostanze chimiche tossiche in grado di influenzare gli ormoni del corpo umano.

· Al numero 4 la sigla LDPE: si tratta delle buste di plastica che non hanno odore né sapore e risultano dotate di una buona resistenza da un punto di vista chimico.

· Al numero 5 la sigla PP: si tratta di cannucce e stecchini, in plastica semi-trasparente, rigida e leggera. Non è in grado di trattenere l’umidità, il grasso e le sostanze chimiche.

· Al numero 6 la sigla PS: si tratta di materiale isolante usato per confezioni da asporto; è un materiale di plastica leggero ed economico che rilascia sostanze cancerogene.

· Al numero 7 la sigla PC/non marcato: si tratta della plastica più pericolosa usata nell’industria alimentare e rilascia una sostanza chimica chiamata BPA che aumenta il rischio di lisciviazione sia negli alimenti che nelle bevande.

 
 

Le differenze tra le bottiglie di plastica e le bottiglie in vetro

Quando si parla di acqua imbottigliata, si fa riferimento al tipo di bottiglia, in vetro o in plastica, in cui viene conservata.

In teoria, se è stato eseguito correttamente l’imbottigliamento, entrambe sono sicure. Le bottiglie devono assicurare la buona conservazione dell’acqua, con tutte le qualità che aveva quando è stata imbottigliata, e proteggerla dalle contaminazioni che potrebbero arrivare dall’esterno.

Le bottiglie di plastica, attualmente sul mercato, sono realizzate con una resina termoplastica, il PET, più economica del vetro ma che, come il vetro, è trasparente e resistente ai gas; teoricamente, è adatta alla conservazione di bevande gassate e acqua minerale.

Tuttavia, l’interpretazione dei simboli impressi sulle bottiglie di plastica desta molte perplessità. Il vetro è un materiale usato da sempre per conservare l’acqua e le bevande gassate e mantenere inalterato il gusto insieme alle proprietà chimiche e biologiche. Le sue caratteristiche sono le seguenti:

1) È trasparente
2) È inerte chimicamente
3) Si mantiene inalterato nel tempo
4) È impermeabile a microorganismi e gas

Solo i costi elevati di produzione e riciclo nonché di trasporto, hanno indotto a cercare una soluzione alternativa, non certo le qualità del vetro.

 
 

L’alternativa alla plastica e al vetro: la borraccia

I vantaggi rappresentati dal fatto di consumare acqua di rubinetto sono indiscussi, se pensate che viene controllata con test più rigorosi rispetto all’acqua contenuta nelle bottiglie di plastica e le verifiche avvengono con una frequenza maggiore.

Ma come potete portare con voi dell’acqua di rubinetto? La soluzione è rappresentata da una borraccia.

Una borraccia in acciao inox ha un’elevata resistenza e conserva l’acqua di rubinetto mantenendo inalterate le sue caratteristiche microbiologiche e chimiche.

La maggior parte dei modelli ha un’imboccatura ampia, per facilitarne la pulizia, e una chiusura sicura contro la perdita di liquido.

La borraccia è stata prodotta con lo scopo di incentivare il consumo di acqua del rubinetto e limitare l’uso delle bottiglie di plastica; il vantaggio sarebbe enorme da un punto di vista dell’impatto ambientale, legato all’immissione delle sostanze inquinanti (CO2) in fase di produzione e allo smaltimento della plastica dopo l’uso.

 
 

AuPower borraccia termica

borraccia migliore
 
AuPower è una borraccia termica in acciaio inox, dall’elegante forma a bottiglia, che potete portare tranquillamente con voi nella borsa o nel bagaglio, senza problemi di condensa all’esterno, grazie all’isolamento sottovuoto. A scuola o in palestra, in campeggio o durante un pic-nic, conserverà la vostra bevanda preferita, calda o fredda, come la desiderate. Chi l’ha provata la trova leggera e compatta, adatta per il tempo libero.

 
 

Aorin, borraccia da escursonismo

borraccia per acqua
 
Aorin è una doppia bottiglia in acciao inox, verniciata con il processo a polvere, che si pulisce facilmente.vi consente di avere sempre a portata di mano, anche in palestra o al lavoro, dell’acqua alla temperatura scelta e senza il rischio che cambi sapore; infatti, la borraccia Aorin non rilascia ftalati o sostanze chimiche. È fatta per durare nel tempo, anche grazie alle pareti esterne antiurto. Chi l’ha adoperata la trova semplice da pulire e facile da riempire. È adatta anche per liquidi come latte o caffè.

 
 

Sigg, borraccia da viaggio

borraccia in acciaio inox
 
Sigg è la borraccia da viaggio in alluminio prodotta in un pezzo unico, quindi è robusta ma leggera. Rimane ermetica anche quando è usata per contenere bevande gassose. Non trattiene i sapori, anche nel caso di sostanze acide; grazie all’imboccatura comoda, consente anche l’introduzione di cubetti di ghiaccio. Chi la utilizza ne apprezza soprattutto le dimensioni che arrivano sino a 1,5 litri, capacità che permette di essere utilizzata anche in casa o in ufficio.

 

Scopri tutte le migliori borracce – CLICCA QUI ->>

 
 
 



Potrebbero interessarti anche...