10 alimenti prodotti da rifiuti umani e animali




10 alimenti prodotti da rifiuti umani e animali
voti 8 - 4.4

 
 

Non è solo il compostaggio a trasformare rifiuti organici in terreno fertile per piante e giardino. Dai rifiuti non solo di natura vegetale si creano alimenti e bevande che si bevono in tutto il mondo, a seconda delle tradizioni. Detta così sembrerebbe una bufala ma non lo è. Esistono in circolazione alimenti creati da rifiuti umani e animali. Vediamoli insieme.

     

  • Urina della mucca

    Gli indù pensano che bevendo l’urina della mucca si guarisca da tutte le malattie e che ci sono molte medicine che la contengono. Ci sono anche voci secondo le quali l’urina di mucca guarirebbe la gente che soffre di diabete, di mal di stomaco e sarebbe benefica per gli ammalati affetti da cancro. Questa urina famosa dovrebbe contenere una sostanza che uccide diversi microbi. Si dice che se bevi un pò di urina di mucca ogni giorno la tua salute migliorerà rapidamente e agirà contro tutte le malattie. Anche se alcuni specialisti confermano i benefici dell’urina di mucca, berne sembra assolutamente senza logica e, soprattutto, disgustoso.

  •  

  • Tezhi Sanbian Jiu

    Significa liquore ai tre organi sessuali maschili. Contiene pene di foca maschio, di cane cantonese e di cervo. Secondo la rivista di salute FoodBeast si tratterebbe di un metodo molto noto dalla medicina cinese per migliorare le prestazioni sessuali dell’uomo. Se cerchi questo tipo di stimolante, puoi acquistare questa bottiglia di virilità nei supermercati di Shanghai.

  •  

  • Il Pechuga

    Una bottiglia di Pechuga è estremamente rara e costosa, circa 200 dollari. E’ unico nel suo genere perchè la sua stagione è limitata per via dei suoi ingredienti speciali: mele, prugne selvatiche. Il processo necessita di una terza distillazione con 100 litri di Mezcal, 100 kg di mele e prugne, di banane da cottura, di ananas, un pizzico di mandorle e qualche manciata di riso bianco crudo. In seguito un petto di pollo intero viene lavato sotto l’acqua corrente per tre ore in modo da togliere qualsiasi traccia di grasso. Il petto di pollo viene poi appeso durante le distillazione; il petto di pollo serve a equilibrare il sapore del Pechuga affinchè non sia dominato dalla frutta. Per via del suo sapore affumicato, il Pechuga è leggermente simile a quello dello Scotch, solo che è più salato e avrebbe un leggerissimo sapore di pollo.

  •  

  • Birra fermentata dalla saliva

    E’ noto che l’uomo disponga di enzimi responsabili del processo di fermentazione, questi si producono attraverso secrezioni salivari. Il mais che mangiamo e digeriamo viene conferito in liquidi da questi enzimi. Nella birra di mais la saliva umana viene usata come ingrediente di fermentazione. In passato i produttori di birra masticavano mais, riso, castagne o ghiande per iniziare il processo di fermentazione. Da qui prende il nome la birra con la saliva.

  •  

  • Il balut

    Non è altro che un uovo di anatra molto usato e largamente consumato in Asia del Sud-Est. Si tratta di un uovo covato che contiene l’embrione arrivato ad un certo stadio dello sviluppo ma non ancora uscito dal suo guscio.

  •  

  • Tung Sol

    E’ un alcolico assunto dai Sud Coreani dovrebbe essere fatto con frutta e riso ma in realtà viene fabbricato a partire da rifiuti umani. Una bibita rara e costosa, prezzo giustificato dai benefici che avrebbe sulla salute dell’uomo. Dovrebbe guarire molti tipi di malattie e aggiustare le ossa rotte. Il volume di alcol contenuto è solo del 9%.

  •  

  • Hamburger

    Nel 2010 dei ricercatori giapponesi hanno cominciato a produrre hamburger a partire da rifiuti umani. Il professore che ha fondato questo sistema di fabbricazione afferma che la prima tappa di questo processo consiste nell’eliminare i batteri e i microbi potendo essere nocivi per l’uomo. Quindi queste feci vengono trattate e unite ad una salsa speciale composta da soia e spezie. In seguito lasciano riposare il tutto in modo che sia pronto più tardi. Questo miscuglio conterrebbe più proteine rispetto alla carne normale e grazie a questo processo i produttori potranno trarre benefici 10 volte maggiori. Si dice che in futuro questo hamburger avrà posto anche nel menu dei ristoranti.

  •  

  • Miele

    La maggior parte delle persone pensa che il miele sia il 100% fatto da api, ma in realtà c’è un procedimento dietro la sua estrazione. Bisogna sapere che le api hanno due stomaci, di cui uno è completamente dedicato allo stoccaggio del nettare che raccolgono dai fiori. Quando è pieno questo stomaco può pesare quanto l’ape stessa. Queste api tornano nell’alveare dopo aver mangiato più di 1500 fiori. Qui fanno passare il nettare alle operaie degli alveari vomitandolo dal loro secondo stomaco direttamente verso la bocca delle operaie. Questo procedimento di rigurgito viene riprodotto finchè il nettare parzialmente digerito sia per finire preparato e poi depositato in un nido d’api. Da lì, l’acqua viene espulsa dal nettare il che riduce la sostanza del vomito sciropposo che conosciamo e amiamo tutti.

  •  

  • Salsiccia

    Alcune delle persone che lavorano nel settore della produzione di salsicce confermano che vengono prodotte a partire da resti di mucca e di cavallo. Questi animali sono fatti a pezzi e macinati dalla macchina e ci vengono serviti come cibo. Contengono parti come il cervello, le ossa animali. I veterinari hanno dimostrato che la salsiccia contiene una buona percentuale di scarti animali. Delle sostanza sono poi aggiunte per coprire il sapore durante la prima tappa del processo di fabbricazione. Hanno anche fatto notare la quantità importante di batteri trovati all’interno che sale fino al 43%. Peraltro questi ricercatori affermano di aver scoperto oltre ai rifiuti animali, escrementi di neonati.

  •  

  • Birra di testicoli

    Conosci la Rocky Mountain Oyster? Si tratta di una specialità culinaria del Colorado a base di testicoli di toro fritti. La Rocky Mountain Oyster è la versione alcolica di questo piatto. Questa birra che inizialmente era solo un pesce d’aprile si è trasformata in un successo inatteso. Quando un birraio ha pubblicato un video sui Social Network in cui proclamava di aver realizzato la bevanda famosa, la risposta fu talmente entusiasta che la compagnia decise di produrla davvero. Pare che questa birra abbia un sapore ricco di cioccolato espresso e di noce.

 



Potrebbero interessarti anche...